Il Panzerotto


















Il panzerotto è il sorriso dorato della frittura. Un delizioso fagotto fritto la cui forma ricorda quella di una mezzaluna ripiena di pomodoro e mozzarella, salumi o prelibatezze della terra legate ai cicli stagionali. Mangiare un panzerotto bollente è una primavera di sensi. Questo delizioso spicchio di luna - che riscalda le mani mentre offre al naso profumi delicati - regala un sapore irresistibile. Quando l’involucro di pasta fragrante incontra l’abbondante farcitura un sussulto di piacere esplode in bocca, ammaliando le papille gustative di grandi e piccini. Re della tradizione gastronomica pugliese, portavoce della qualità della cucina meridionale nel mondo, il panzerotto mette tutti d’accordo, soprattutto se accompagnato da una birra fresca. È sempre il momento giusto per gustare un paio di fagotti fritti, perché uno tira l’altro nei pomeriggi d’estate in riva al mare, nelle sere d’inverno davanti al tepore di un camino, nei giorni di festa trascorsi in famiglia, nelle ore consumate con gli amici in giro per la città o davanti ad un televisore, tifando la squadra del cuore.

Il panzerotto è considerato l’antesignano dello street food. Quello vero è nato a Bari, tra i vicoli stretti e serpeggianti della città vecchia, come pietanza genuina della cucina povera barese. Si racconta che nei pomeriggi primaverili, mentre i figli giocavano a calcio per le strade cittadine, le madri si dedicavano alla preparazione dell’impasto realizzato con acqua e farina. La massa di pasta così ottenuta era lasciata a lievitare. Successivamente dall’impasto veniva staccata una piccola pallina, pronta per essere stesa con un mattarello o con le dita, fino a darle una forma tonda. A questo punto la creatività delle donne era libera di esprimersi nella farcitura: pomodoro, mozzarella, verdure di stagione, salumi, carne tritata. Gli amanti dei sapori intensi, invece, preferivano orientarsi verso la ricotta forte, la cipolla o gli spicchi di peperoncino.

Noi di Frisce e Mange abbiamo reinterpretato il panzerotto in chiave gourmet, partendo dal rispetto della tradizione e degli elementi identitari di questo gioiello dello street food: genuinità, bontà e convivialità.